Deep Web, Dark Web, navigazione segreta con TOR

Non tutta la rete internet è indicizzata e visibile a chiunque.
Esiste un mondo separato da quello visibile, perché nascosto ai motori di ricerca.

Questo mondo nascosto, chiamato comunemente Deep Web (Rete sommersa), è composto di tutto ciò che non è indicizzato dai motori di ricerca.

 


Il deep web contiene reti chiuse, dove bisogna accedere con password, come chat e forum privati, reti aziendali, ma anche dal Dark Web (Rete oscura), una rete pubblica che vuole restare nascosta per operare senza essere controllata da nessuno.

Il dark web non contiene solo attività illegali, ma comunque chi lo frequenta ha una forte motivazione per restare totalmente anonimo.

Se hai il desiderio di curiosare nel Dark Web, non puoi farlo con un normale browser, devi usarne uno specifico per questo tipo di navigazione.
Il browser che puoi utilizzare per navigare nel dark web è TOR (The Onion Router), www.torproject.org/, è una versione modificata di Firefox ed è gratuito.

TOR permette di nascondere le identità di tutti gli utenti, con una tecnica di rimbalzo degli indirizzi IP per connessioni su nodi (server) localizzati in varie parti del mondo.

Questo non significa che chi usa TOR è sicuramente dedito a traffici illegali, ci possono essere motivazioni diverse. Per esempio TOR è utilizzato anche da dissenzienti politici di regimi totalitari e da giornalisti che vogliono accedere a quel tipo di informazioni.

 


Il fine di questa guida è anche però informarti che la natura di TOR lo rende terreno fertile per qualsiasi tipo di malware e ogni sorta di truffa.
Ti consiglio utilizzare un dispositivo (computer, tablet o smartphone) separato e indipendente, per evitare il rischio di perdita di dati a causa di malware e per preservare la tua privacy nel modo più completo.
Inoltre, con il dispositivo dedicato a TOR non collegarti con intranet ad altri computer, non usare mai Google per fare ricerche online, non attivare Javascript, non istallare estensioni, non usare Flash o Silverlight.

Anche il dark web ha i propri motori di ricerca, per far comunicare i propri utenti.
Torch
Hidden Wiki
Onion URL Repository
che naturalmente non sono raggiungibili da un browser normale, ma solo da TOR.
Gli indirizzi dei siti del dark web hanno il nome del dominio con estensione .onion.

Se sei solo interessato per curiosità e vuoi restare in un ambiente sicuro, con un browser normale puoi vedere qualcosa di parziale di queste directory con thehiddenwiki.org/

Booking.com